Archive for the ‘informazione’ category

Rassegnata stampa

28 luglio 2008

In quasi un mese di cose ne sono successe tante, tanto che ogni volta che volevo scrivere qualcosa mi veniva quasi da aspettare, attonita, cos’altro sarebbe uscito dal cilindro magico di lì a poco…

Quello che posso fare è una breve rassegna, diciamo qualche spunto su cui tenere accesi i riflettori ancora per un po’.

Il 23 luglio è stato firmato il “dolo Alfano“, nonostante l’ appello dei maggiori costituzionalisti italiani (tra cui quello che è stato il mio Prof. di diritto costituzionale ;P). I commenti all’atto sono stati più o meno critici a seconda del colore politico, io ci tengo a segnalare questo. Visto che ormai siamo anestetizzati a ragionare “per mali minori”, non posso non ricordare che questa perla di diritto è stata barattata con un obbrobrio di immani dimensioni. Più o meno come stessero giocando con le figurine. Che imbarazzo…

Intanto, fra chi si diletta a mostrare le grandi abilità da statista e chi quelle orali, passa un po’ tra le retrovie la notizia che gli esuberi per Alitalia saranno prossimi ai 5.000, cioè più del doppio rispetto a quelli del piano di Spinetta. Può darsi che a quei 3.000 esuberi in più Berlusconi voglia suggerire di sposarsi un miliardario, magari suo figlio. Peccato che probabilmente in molti abbiano già famiglia…

Di Bolzaneto, che dire? Personalmente, sono rimasta agghiacciata.

Riguardo il Papa in Australia, ovviamente al centro delle rassegne stampa italiane, basta questo.

Sull’ “emergenza” immigrazione, un solo commento.

Vorrei poter dare la mia solidarietà al padre di Eluana. Quello che posso fare è linkare il modulo per redigere il “testamento biologico”.

Annunci

Fiat lux

20 giugno 2008

Dal caos mediatico sorto attorno alla cosiddetta norma salvapremier, cioè l’emendamento inserito all’interno del famigerato decreto sicurezza che sospende per un anno i processi per i reati commessi entro il 30 giugno 2002, è facile uscire confusi: a chi parla di norma “salva-tutti” risponde un coro di voci contrarie ( dall’estero, dall’Italia, da chi di queste cose ci capisce qualcosa, persino dall’opposizione! ). Per fare un po’ di luce, consiglio la lettura di queste brevi ma importanti riflessioni.

La nebbia in val padana continua a offuscare le menti di chi davvero crede che il ddl sulle intercettazioni serva a qualcosa. Forse a costoro farebbe bene leggere qualche dato, così da capire qualcuna delle preoccupazioni che stanno attanagliando giuristi e cronisti.

The fruits of office.

Oltre il baratro

17 giugno 2008

Dall’estero… (aggiungo questo )

Il limite è stato superato, ecco la vera emergenza dell’Italia, quella democratica.

Suggerimenti: questo articolo, quest’altro e questo video.

FREE ITALY

Aggiungo quest’intervista, che consiglio di leggere con attenzione.

Liberté, égalité, impunité

11 giugno 2008

Sul problema intercettazioni: questo, con link annessi e connessi, e questo.

Per porsi qualche domanda, che male non fa: questo video.

Tra una quindicina di giorni (e tre esami), ritorno in terra italica… chissà per quanto…

Aggiunta. Nel blog ho sempre cercato di essere il più imparziale possibile, anche perchè ho molte difficoltà a mettermi sotto un’ “etichetta” …ma questi due video mi piacevano. Il modo di esprimersi forse non sarà perfetto (so che questa è la critica che molti che bazzicano ogni tanto da queste parti fanno a Di Pietro), ma più che sul contenitore ascoltate i contenuti! A me ha tirato fuori un sorrisone!

Aggiunta#2. Sempre sulle intercettazioni, da leggere.

Aggiunta#3. Ecco la monnezza.

Affondo perduto

29 maggio 2008

Tempo di esami, poco tempo per scrivere…

Vorrei comunque richiamare l’attenzione sulla scure Tremonti, mentre mi domando con crescente costernazione quali siano le priorità del governo (a quanto pare non il fondo per l’inclusione sociale per gli immigrati, nè la semplificazione burocratica, figuriamoci le infrastrutture necessarie soprattutto al sud).

A proposito di investimenti…che fine ha fatto la cordata?

Sedici anni dopo

23 maggio 2008

Forster diceva che se se non ricordiamo non possiamo comprendere.

Sedici anni fa accadeva la Strage di Capaci, una delle pagine più drammatiche della lotta alla mafia mai scritte; assieme al magistrato Giovanni Falcone, nella terribile esplosione morirono sua moglie e tre uomini della scorta. Falcone diceva che “occorre compiere fino in fondo il proprio dovere, qualunque sia il sacrificio da sopportare, costi quel che costi, perché è in ciò che sta l’essenza della dignità umana.”

Per non dimenticare.

Meno di due mesi dopo venne ucciso Paolo Borsellino. Due mesi prima aveva rilasciato questa intervista.

Così aveva voluto ricordare Falcone.

La banalità del male

17 maggio 2008

Mi sono guardata la puntata di Annozero del 15 maggio, ho dato un’occhiata alle maggiori testate on-line, mi ha colto una profonda tristezza. Per stasera, solo qualche suggerimento:

– sulla cd. Bossi-Fini: questo.

– su quanto accade attorno a noi: questo, questo e questo.

Solo una considerazione sulla puntata di Annozero: non credete che un ex-ministro della Giustizia dovrebbe essere minimamente ferrato in materia di diritto? Se non avesse fatto la riforma dell’ordinamento giudiziario lo troverei un divertente paradosso…

Buonanotte.